HOME


materiali per la scultura

acquasantiera in pietra noce I materiali lapidei sono classificati in base alla loro ricettività alla lavorazione, e quindi alla loro maggior o minore durezza, nonché in base alle caratteristiche di superficie (lucentezza e colore).
Si distinguono generalmente tre grandi categorie:
le pietre tenere,
i calcari duri (tra cui il marmo) e infine
le pietre più dure (come il granito).

Il primo gruppo, generalmente calcari teneri e arenarie, si caratterizza per la capacità di essere lavorato in ogni direzione e di trattenere le decorazioni a dettaglio ma non si presta a lucidatura.
Il secondo gruppo, per quanto abbastanza impegnativo nel ricavo delle forme dal blocco, consente di giocare con varie lavorazioni di superficie, dalla ruvidezza delle parti non finite e segnate dallo scalpello, fino alla politezza delle lucidature.